Sbadigli al “Bentegodi”, Chievo e Catania non si fanno male

Share

Finisce senza gol il match di Verona tra clivensi e rossazzurri. Per la squadra di Maran è il secondo 0-0 dopo quello casalingo con il Cagliari. Piccolo passo verso la salvezza per gli uomini di Corini.

Il primo caldo della stagione lascia il segno. Chievo e Catania si dividono la posta in palio, al termine di una partita noiosa ed avara di emozioni. La prima frazione racconta di un Catania lento e svogliato, che lascia il comando delle operazioni ai padroni di casa. Predominio territoriale che non si traduce in occasioni gol, anzi. Andujar è spettatore non pagante. Lo stesso dicasi per Puggioni, che dopo una insidiosa punizione di Lodi di poco alta, non viene mai sollecitato dalle timidissime incursione etnee. Iniziano ad intravedersi solo dopo la mezz’ora, con un discreto Barrientos, un volitivo Alvarez ed un combattivo Bergessio. Nulla più.

La ripresa vede un Catania più aggressivo e determinato. Almeno nei primi 20′. Qui arriva la prima ed unica occasione da gol, prodotta da Bergessio con un colpo di testa da due passi che Puggioni manda in corner. Le annotazioni sul taccuino terminano qui. Anche i cambi in corsa di Corini e Maran non producono nessun sussulto. Il punto a testa è l’unico esito plausibile. Piccolo passo verso la storica quota 50.

Lascia un commento