Pallanuoto – Esclusive SSW: Di Mario, Ricciardi e Marletta dopo il successo dell’Orizzonte in Coppa Italia

Share

Durante la serata celebrativa, alla Locanda del Vinattiere a Catania, per la conquista da parte della Geymonat Orizzonte della Coppa Italia, la seconda delle due disputate dall’anno scorso, Sicilia Sport Web ha raccolto le dichiarazioni di tre delle protagoniste nel trionfo di Ostia: il capitano Tania Di Mario, al suo 22° trofeo con il club etneo, il portiere Giuseppina Ricciardi, tra gli elementi propulsori della “rinascita” di questa stagione, e la giovane attaccante (classe ’95) Claudia Marletta, autrice del gol decisivo nella finale con Rapallo.

Tania Di Mario: «Per noi già l’ultimo scorcio di regular season è importante quanto la Final Four, sarà importante ottenere il miglior piazzamento possibile in classifica, in quanto sicuramente ai playoff ci conviene affrontare per esempio Bogliasco piuttosto che Messina: non ci giochiamo il campionato a partire dal 20 maggio, ma già da questo sabato. Non pensiamo a fare calcoli, alla penultima riceveremo Imperia ma sinceramente io adesso sono più preoccupata per la gara di Messina, che può avere il suo peso anche per gli accoppiamenti nei playoff: io penso solo a conseguire un risultato, la vittoria. In questa squadra sostanzialmente tutte le giocatrici sono molto giovani, ci siamo io e Maddalena (Musumeci, ndr) a trasmettere loro la nostra esperienza, quello che abbiamo avuto la fortuna di imparare da persone come Giusy (Malato, ndr), Martina (Miceli, ndr) e Cristiana (Conti, ndr); non mi sento di dire di essere più vicina ad una giocatrice piuttosto che ad un’altra, io e Maddalena siamo state, chi in un modo, chi in un altro, vicine a tutte e spero che le ragazze si portino sempre dietro quanto gli diamo. Adesso probabilmente abbiamo più consapevolezza, per il campionato ce la potremmo fare, ma il nostro avversario più forte è sempre costituito da noi stesse».

Giuseppina Ricciardi: «Direi che si tratta di un inizio, visto che si tratta della prima vittoria quest’anno, veramente positivo, vogliamo rifarci dopo le sconfitte alla fine della passata stagione, manteniamo i piedi per terra per tornare a vincere come avevamo fatto negli anni passati. Non so di preciso cosa abbia influito sulla mia diversità di rendimento rispetto all’anno scorso, abbiamo approcciato la stagione corrente con tranquillità, siamo un gruppo unito e ad allenarci è una nostra ex compagna di squadra, noi ci divertiamo insieme e penso che la cosa fondamentale sia questa, quando uno si diverte le cose vengono sempre meglio. La figura di Martina Miceli è molto importante, con me ha una pazienza infinita, che pochi altri allenatori avrebbero; quest’anno abbiamo iniziato questo nuovo percorso, siamo ripartite da zero e stiamo facendo un gran lavoro, mi sento di dire che un altro aspetto importante sta nel fatto che noi siamo molto disciplinate anche nel seguire il coach, pronte ad eseguire ogni cosa che ci chiede. Il mio riferimento come portiere? Cristiana Conti, il portiere per eccellenza! La Nazionale? Io sono dell’idea che uno deve pensare prima di tutto a lavorare, poi se riesce a guadagnarsi delle gratificazioni se le godrà».

Claudia Marletta: «Dopo la partita di sabato ho provato immensa gioia e contentezza. Penso a continuare il mio percorso e a dare una mano a questa squadra. Campionato? Ci sono le avversarie, va bene, ma dipende tutto da noi, noi siamo le più forti, lo abbiamo fatto vedere in Coppa Italia».

Lascia un commento