Mondiali Catania 2014, la Federazione Italiana Nuoto: “Inviati tre solleciti, Sicilia venuta meno agli accordi”

Share

Nuovi particolari si aggiungono alla vicenda che sta portando la Sicilia sportiva ad una comica ribalta internazionale. Con una nota apparsa sul sito ufficiale, la Federazione Italiana Nuoto ha spiegato come si è giunti a “sfiduciare” Catania come sede dei Mondiali in vasca corta già assegnati per il 2014.

Una situazione grottesca, che ci auguriamo possa essere smentita da un ulteriore comunicato dell’Assessorato regionale allo Sport.

Entro il 28 febbraio 2011 la Regione Siciliana avrebbe dovuto firmare il contratto di organizzazione dei 12esimi Campionati del Mondo di nuoto in vasca corta, insieme a Fin e Fina, e dopo che le l’Assessorato allo Sport aveva formulato con la stessa Federazione nazionale il budget. 14 milioni e mezzo di euro. 12 per i Mondiali, 2,5 per gli eventi di avvicinamento da “scremare tra il 2011 ed il 2013

Da quel momento in poi dalla Sicilia tutto è taciuto, portando la Federazione ad inviare ben tre lettere di sollecito. Due a luglio, una a settembre, con i termini per formalizzare l’attribuzione dell’organizzazione abbondantemente scaduti.

Nessuna risposta. Un silenzio perpetrato tanto da costringere la Fin a rinunciare a Catania come sede del Mondiale, una volta che lo stesso Assessore allo Sport siciliano Daniele Tranchida dichiarava laconicamente che “la cifra stipulata per coprire l’ organizzazione dell’evento risulta eccessiva e non compatibile con i fondi disponibili, rendendo di fatto impossibile l’iniziativa”.

One Response to Mondiali Catania 2014, la Federazione Italiana Nuoto: “Inviati tre solleciti, Sicilia venuta meno agli accordi”

  1. Davide ha detto:

    GRAZIE all’assessore Tranchida, la prima voltache un politico si rifiuta di BUTTARE milioni di euro per UNA manifestazione ci scandaliziamo pure?
    Ce ne fossero di politici che prendono ste decisioni, spero solo che trovi il modo di investire quei soldi in maniera molto più produttiva…

Lascia un commento