Mondiali scherma, nel giorno del dominio russo un argento ed un bronzo per l’Italia

Share

Finale persa per un pelo dalle ragazze del fioretto, contro la Russia. Montano e soci si rifanno in parte della semifinale di sciabola persa con la Bielorussia, conquistando la finalina per il bronzo ai danni della Germania.

 

Due mezze delusioni per chi si attendeva, dopo la scorpacciata dei giorni scorsi e sopratutto i precedenti turni superati a gonfie vele, almeno un oro dalla doppia competizione di oggi al Mondiale di Catania, ovvero fioretto femminile e sciabola maschile.

Sono andate ad un passo dal trionfo le ragazze Vezzali, De Francisca, Salvatori ed Errigo. La finalissima è stata vinta dalla Russia (oggi dominatrice, ha vinto anche l’oro nella sciabola uomini) per 45-44. A mancare più delle altre proprio Valentina Vezzali, con qualche passaggio a vuoto di troppo ed una tenuta mentale in alcuni frangenti non degna della sua fama.

Gli uomini della sciabola, fuori in semifinale per mano della Bielorussia, hanno trovato in pochi minuti la forza per prendersi il bronzo. Podio conquistato ai danni della Germania, in una gara che sul finale ha ricordato l’incubo bielorusso di poche ora prima. Gara sempre al comando, rimonta teutonica all’ultimo assalto e chiusura di Pastore 45-40.

Lascia un commento