Rigoni e catenaccio, il Palermo sbanca il Friuli

Share

Con grande sofferenza, un pizzico di fortuna ma anche molta determinazione, il Palermo, a sorpresa, espugna il Friuli di Udine, dimostrandosi una squadra matura che sa fare di necessità virtù. Una squadra che sa soffrire quando c’è da soffrire e capace di dare il colpo del ko quando si presenta l’occasione.

Con l’Udinese dell’ex tecnico rosanero Colantuono basta un gol di Rigoni ad inizio gara a dare i tre punti al Palermo. Vazquez semina il panico tra i giocatori friulani e non solo per la splendida giocata in occasione del gol ma anche per tutta la partita non riescono proprio a fermarlo. Fino alla metà del secondo tempo l’Udinese fa molto possesso palla ma non crea nitide occasioni da gol. L’espulsione, ingiusta, di Struna rompe gli schemi e la squadra di Colantuono inizia a creare occasioni su occasioni. In alcuni casi ci vuole super Sorrentino, in altri è stata più una questione di fortuna. Il Palermo si compatta indietro e per l’Udinese la porta rosanero sembra stregata. I rosanero tengono fino alla fine e portano a casa tre punti d’oro rimanendo a punteggio pieno dopo le prime due giornate di campionato.

Foto: palermocalcio.it

Lascia un commento