Lazaar-Vazquez-Rigoni, Palermo spettacolo affossa il Napoli

Share

Un Palermo solido e a tratti spettacolare asfalta un Napoli inesistente al Barbera e si rialza subito dal tonfo di San Siro. Una partita in cui i rosanero hanno rischiato davvero poco e nulla mentre i partenopei sono rimasti imbrigliati dal pressing dei giocatori rosa.

Eppure la prima rete è arrivata quasi per caso. Lazaar da 40 metri ha provato un tiro che normalmente non avrebbe creato nessun problema ma Rafael la combina grossa e manca il pallone regalando l’1-0 al Palermo. L’occasione del raddoppio è sui piedi di Bolzoni che davati alla porta spara fuori di poco. Ci pensa allora Vazquez: Quaison di potenza porta avanti la palla e serve Dybala al limite dell’area, sponda per Vazquez che lascia partire un sinistro chirurgico e fa 2-0. Napoli inesistente, così come nella ripresa. La musica non cambia. È il Palermo ad avere le occasioni migliori. Dybala ridicolizza Strinic con una finta di corpo e mette una palla su secondo palo, sponda di Vazquez di testa su cui si avventa Rigoni che fa 3-0 nella bolgia del Barbera. Il Napoli tenta la scossa ma crea poco. Il gol della bandiera arriva per caso. La punizione di De Guzman passa in una selva di gambe e per ultimo la tocca Gabbiadini che batte Sorrentino. Non succede più nulla. Il Palermo vince meritatamente umiliando un Napoli che non sembra una squadra da terzo posto in classifica. I rosanero invece continuano a vincere ed a sognare.

Lascia un commento