Palermo, l’ex Rigoni stende il Chievo

Share

Tre punti pesantissimi, una vittoria che dà morale. Quello contro il Chievo era uno scontro salvezza a cui tutte e due squadre tenevano molto ed infatti questo atteggiamento è stato riflesso nella gara, una partita tirata in cui Palermo e Chievo non hanno offerto uno spettacolo gradevole agli spettatori.

Ai punti ha meritato il Palermo, perchè ha avuto più occasioni dei clivensi. Con un pizzico di fortuna in più sarebbe potuto essere 2-0: la traversa di Dybala sullo 0-0 sembrava l’ennesimo esempio della maledizione rosanero. Poi però la pressione, più confusa che costruita, ha dato i suoi frutti. Rigoni è preciso ad indirizzare dove Bardi non può arrivare una respinta al limite dell’area. In precedenza, al Palermo era stato anche annullato un gol, in cui non sembrarci esserci nessuna irregolarità. Per il Chievo, invece, solo tiri dalla distanza. Le uniche occasioni pericolose sono state nel primo tempo con Schelotto anticipato da Sorrentino in uscita bassa e poi nella ripresa con tiro a volo da fuori area. Tutto sommato, il Palermo ha meritato questa vittoria, pur giocando male e creando poco. Tre punti che fanno fare un bel balzo in classifica ai rosanero: in un solo colpo Cesena, Empoli ed Atalanta, ed agganciano il Cagliari a 9 punti. Adesso la trasferta di San Siro contro il Milan sembra meno difficile.

Lascia un commento