Football americano – Sfuma in finale il sogno degli Elephants

Share

A Mirano gli etnei sconfitti in finale Lenaf (II divisione) dai Grizzlies Roma. Un match combattuto, al termine del quale i capitolini si sono imposti per 21-14, conquistando per il secondo anno consecutivo L’Italian Bowl. Per Catania l’unica nota stonata in una stagione quasi da incorniciare. Un progetto competitivo, reso ancor più importante dalle enormi difficoltà economiche nelle quali muove i suoi passi.

Queste le parole del Presidente etneo Pecoraro: “E’ la quinta finale dalla quale usciamo sconfitti (1996, Silver Bowl Vs Piacenza, 2004 Silver Bowl Vs Parma, 2010 Italian SuperBowl Vs Parma, 2012 Italian SuperBowl). Da un lato rimane la delusione di non avere centrato questo importante risultato, dall’altro sono soddisfatto a nome di tutta la dirigenza per quest’anno agonistico che ha visto l’organizzazione di un centro reclutamento, la disputa di un campionato U19, la vittoria del campionato nazionale di flag femminile e la finale di II divisione per la squadra senior. Abbiamo avuto i riflettori puntati e abbiamo ancora una volta confermato lo spessore e la qualità del nostro progetto che partendo dai giovani, passa per il flag femminile per trovare l’eccellenza nella squadra senior”.

– R.Gargiulo (head coach/defensive coordinator): “Come avevo preventivato in una partita del genere vince chi sbaglia meno, soprattutto se le forze in campo si equiparano. I Grizzlies e gli Elephants non sono due squadre uguali nè simili. Giochiamo due sistemi di attacco e di difesa differenti, ma a noi è mancato un pizzico di malizia in più e di logica conservativa, probabilmente in alcune fasi di gioco abbiamo rischiato più del dovuto e abbiamo pagato in difesa troppe yds per falli evitabili. Il tempo è stato implacabile e ha reso tutto più difficile e più mitico nella tradizione di questo sport. La partita è stata avvincente fino alle ultime battute. Con il coaching staff dei Grizzlies ci siamo scambiati i complimenti. Ottima la gestione della crew arbitrale, questo è il livello che un coach si aspetta da chi deve dirigere una partita. E’ stata una bella serata di football con tanto pubblico sugli spalti e in streaming e un’organizzazione degli Islanders curata nei minimi particolari”.

 

 

fonte www.elephantscatania.com

Lascia un commento