EWC 2014 Beach soccer – Catania, il sogno svanisce: in semifinale va il Braga

Share

Stavolta Il cuore non è bastato. Maledetta sorte che gira le spalle a Catania proprio sul più bello. Un tempo solo uno concesso a Braga ma dodici minuti che risultano decisivi per l’accesso alle semifinali per i portghesi e l’eliminazione della Domusbet Catania. Ha combattuto fino all’ultimo la formazione di Soares, ma i miracoli non sempre riescono senza lo squalificato Gabriel, senza l’infortunato Fred e con Be Martins in panchina solo per fare numero. Numerosa invece la panchina di Braga ricca di campioni, la base della nazionale portoghese per intenderci, che ha permesso agli uomini di Marquez di ribaltare una partita che sembrava compromessa e messa sui binari giusti per i rossazzurri.

Il primo tempo ha consegnato emozioni straordinarie. Sei reti, tre rigori tirati e un continuo ballare di azioni e occasioni da una parte e dall’altra. Ma Catania era superiore bucando subito con bomber Zurlo e non risentendo nemmeno del pareggio di Ze Maria. Macinava gol e gioco la squadra di Soares anche nonostante le assenze pesanti. Rodrigo con un ginocchio a metà sevizio dava spettacolo e realizzava il 2-1 su calcio di rigore e il 3-1 bucando il miglior portiere del mondo Dona. Da un portiere ad un altro perché Simone Del Mestre nonostante la spalla in disordine si esaltava ancora sul rigore di Jordan neutralizzando il possibile 2-3. Nel finale era Daniele Bosco ad innescare la zampata del 4-1 lesto e preciso, prima del secondo penalty per Braga stavolta realizzato da ZeMaria.

Nella ripresa il ritmo di Catania non calava. Soares chiamava una gestione della gara fatta di possesso e palleggio allarmato dalla condizione dei suoi. Questo scaldava la gara solo al sesto minuto con il piazzato di Rodrigo, 5-2. Jordan approfittava del primo black out Catania per battere Del Mestre, 5-3, ma a due dal termine Rodrigo faceva scoppiare la Domusbet Arena beach stadium con una rovesciata volante da porta a porta che sorprendeva Dona donando la sesta rete a Catania.

Tre reti di vantaggio, ma l’imponderabile era dietro l’angolo o il prevedibile. Soares non aveva più rotazioni fisiologiche, Braga si. Cosi la freschezza aveva la meglio anche sul cuore e l’applicazione. I portoghesi piazzavano un parziale massacrante a ritmo sostenuto di 7-1 con le reti di Jorda, Batista, Ze maria due volte ancora Jordan e Tiago. Il gol di Catania a uno dalla fine era solo un contentino. Passava Braga che accede alle semifinali che giocherà oggi pomeriggio contro Milano.

Ma La Domusbet Catania esce dal campo a testa alta, con orgoglio, appartenenza e solidità di progetto dimostrando che anche con un roster falcidiato fino all’ultimo ha dominato gli avversari ben più quotati. Dimostrazione di forza e di prospettiva per un futuro di lavoro, applicazione e con raggi di sole all’orizzonte.

 

Ufficio Stampa Domusbet Catania BS

Lascia un commento