Pallanuoto A1 F – Orizzonte a mani basse, Blu Team generosa ma punita dagli errori

pallanuoto_pallone_sull_acqua - fonte: svsport.it
Share

I resoconti delle gare di Geymonat Orizzonte e Blu Team per la quarta giornata del campionato di serie A1, che vede le due formazioni agli antipodi della graduatoria con le rossazzurre al comando e le biancoblu in fase di ambientamento nella categoria ma ancora a secco di punti.

ORIZZONTE

L’Orizzonte Catania conquista a mani basse il derby di Sicilia contro la Waterpolo Messina, battuta 18-3 nella quarta giornata del Campionato di Serie A1 di pallanuoto femminile.

Partita in pugno delle rossazzurre sin dall’inizio, con le etnee già avanti 4-0 al termine del primo tempo. Match blindato a metà partita, grazie al 5-1 ottenuto nel secondo parziale di gara. Terzo e quarto tempo conquistati ancora dalle etnee, rispettivamente con i punteggi di 4-1 e 5-1.

Ottima partita di Arianna Garibotti (nella foto), top-scorer del match con cinque reti. Bene anche Claudia Marletta e Rosaria Aiello, autrici di tre goal a testa. Due volte a segno sia Rita Kezsthelyi che Blanca Gil, una rete ciascuno per Capitan Tania Di Mario, Valeria Palmieri e Federica Radicchi.

Questo il commento del coach dell’Orizzonte Catania al termine del derby: “Innanzitutto voglio dire che sono molto contenta per il clima che si è respirato oggi in piscina – dice Martina Miceli – , soprattutto perché in tribuna c’erano dei pezzi indelebili della storia dell’Orizzonte come Silvia Bosurgi, Anjko Pelle, Giusi Malato e Maddalena Musumeci. Tra l’altro Silvia e Anjko sono pure in dolce attesa, mentre Giusi e Maddalena erano con i bimbi al seguito, quindi la loro presenza ha dato un valore ancora più particolare a questa giornata rendendola una vera e propria festa. Sono molto soddisfatta anche per la nostra partita, che è stata certamente discreta, anche se Messina aveva un’assenza importante che per loro è stata sicuramente pesante. Abbiamo fatto molto bene in difesa, ma anche in attacco, poi hanno segnato un po’ tutte e dietro abbiamo fatto vedere davvero cose positive. Ha giocato bene Ricciardi, ma anche Radicchi e Aiello sono state davvero molto brave e devo dire che sono molto contenta proprio per loro perché erano le due che in queste prime giornate avevano mostrato di avere ancora qualche margine di miglioramento da colmare. E’ chiaro poi che se giochi bene dietro è più facile fare goal e questo è avvenuto, permettendo un po’ a tutte di realizzare di segnare”.

IL TABELLINO DEL MATCH:

Orizzonte Catania – Waterpolo Messina 18-3

Orizzonte Catania: Ricciardi, Keszthelyi 2, Garibotti 5, Radicchi 1, Di Mario 1, Aiello 3, V. Palmieri 1, Marletta 3 (1 rig), Gil 2, F. Aiello, Dursi, Lombardo, Zuccarello. All. Miceli.

Waterpolo Messina: Sparano, Apilongo 1, Gitto, Morvillo, Loffredo, Battaglia, D’Agata, Toth 1 (rig), Marchetti, Avola 1, Rella, Laganà. All. Puliafito.

Arbitri: Centineo e Magnesia

Note: parziali 4-0, 5-1, 4-1, 5-1. Uscita per limite di falli Palmieri (O) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Orizzonte 4/9 + 1 rigore e Messina 2/11 + 1 rigre. Spettatori 300 circa

L’Orizzonte Catania si stringe attorno a Claudia Vinciguerra per la dolorosa perdita della madre. Il Presidente Nello Russo e tutta la società ricordano sempre con affetto ed emozione i coniugi Vinciguerra, quando trepidavano e tifavano per l’Orizzonte già dai tempi in cui venne vinto il primo scudetto con Claudia nel ruolo di attaccante.

ufficio stampa Geymonat Orizzonte Catania

Al cordoglio per Claudia Vinciguerra si unisce la redazione di Sicilia Sport Web.

BLU TEAM

Blu Team Catania – Rari Nantes Bogliasco  7-10

Blu Team: Messina, Greenwood 2, Distefano, Ayale 1, Iuppa, Muré, D’Amico, Virzì, Buccheri, Palmieri, Grillo 4 (3 rig.), Salvia, Ignaccolo. All. Antonio Poppy Ajosa.

RN Bogliasco: Falconi, Viacava 3, Rossi, Dufour, A. Millo 3, Gallone 1, Maggi, G. Millo, Boero, Takacs 3 (1 rig.), Di Fiore, Tagliaferri, Casareto. All. Krisztina Zantleitner.

Arbitri: Del Bosco e Lo Dico (Palermo).

Note: parziali 2-2; 1-3; 3-1; 1-4. Uscite per limite di falli: Virzì (BT) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Blu Team 1/7 +3 rig.; RN Bogliasco 3/9 +1 rig.. Spettatori: 100 circa.

Ancora una sconfitta pesante da digerire per la Blu Team Catania, piegata alla prima assoluta alla piscina di Nesima dalla RN Bogliasco.  Quarto ko in altrettante partite e ultimo posto solitario in virtù della contemporanea vittoria casalinga del Prato Waterpolo sulla RN Bologna. Eppure oggi le ragazze di Poppy Ajosa avrebbero certamente meritato di più per la mole di gioco espresso durante il match. Gara, infatti, in perfetto equilibrio sino al terzo tempo (parziale 6-6); poi nell’ultimo quarto le liguri hanno sfruttato la loro maggiore esperienza per trovare le reti decisive nella fase cruciale della partita. Due della quattro reti ospiti nell’ultimo tempo, peraltro, sono arrivate dagli otto metri, sintomo questo della poca buona sorte delle catanesi ma anche della bravura delle genovesi. Sprint iniziale del Bogliasco subito avanti 0-2, ma la reazione delle padrone di casa ha riportato subito il match in parità (2-2). Meglio la squadra della Zantleitner nel secondo tempo, trascinata dalla Takacs, con un break che ha portato il parziale sul 3-5. Nel terzo parziale, invece, la precisione della Grillo su rigore (3 trasformazioni su 3) ha rimesso nuovamente la situazione in equilibrio (6-6), prima degli ultimi 8 minuti in cui la Blu Team ha pagato troppo a caro prezzo gli errori in difesa.

“Oggi in verità ci sono mancati solo i punti – ha esordito Poppy Ajosa –, la partita ce la siamo giocata alla pari ma abbiamo raccolto molto meno rispetto a ciò che avremmo meritato. Il Bogliasco ha sfruttato al massimo la bravura e l’esperienza trovando i gol nei momenti importanti della sfida, ma noi abbiamo anche commesso alcuni errori gravi in fase difensiva che alla fine abbiamo inevitabilmente pagato. Nonostante il risultato – ha chiosato il coach etneo – sono convinto che abbiamo fatto un passo avanti rispetto alle recenti prestazioni, soprattutto sotto il profilo del gioco. Certo, è un piccolo passo in avanti, ma stiamo cominciando ad avere un’identità”.

Nel prossimo turno, il quinto, in programma sabato 9 novembre, la Blu Team sarà ospite della Mediterranea Imperia.

ufficio stampa Blu Team Catania

Lascia un commento