E’ sparito il rugby in Sicilia: l’Amatori Catania costretto a rinunciare alla serie A2

Share

Durissimo colpo per lo sport siciliano. Stavolta tocca a Catania, che perde uno dei club più importanti della sua storia sportiva. L’Amatori di rugby rinuncia all’iscrizione in A2 per motivi economici.

Dopo le ultime stagioni condotte per merito di enormi sacrifici e grazie ad un gruppo di guerrieri sul campo e non solo, l’Amatori Catania è costretta ad ammainare la propria bandiera. Con lei sparisce di fatto il rugby in Sicilia, certamente quello che conta. Società dal grande passato, con diverse stagioni in massima serie a lottare con i più forti d’Italia, palestra per un numero sconfinato di giovani catanesi poi lanciati nel panorama nazionale della palla ovale.

Sponsor, istituzioni. Niente e nessuno è riuscito a proporre e realizzare misure tali da reggere in piedi l’Amatori Catania. Il club ripartirà dalla serie C, seguendo il percorso già tristemente fatto dal San Gregorio. Giovane realtà catanese che in due anni è passata dalla Top Ten dell’Eccellenza al fallimento.

Lascia un commento